Menu Chiudi

Ricerca

L’attività di ricerca è stata indirizzata prevalentemente verso i settori della Botanica Ambientale ed applicata, Ecologia del Paesaggio, Verde pubblico, privato e storico, della Geobotanica e, di recente, sul Verde funzionale.

 

Studi e attività di ricerca

 

Studi sulla biologia di specie vegetali per inerbimenti naturali e di specie tropicali, subtropicaliAspetti della biologia e nuove tecniche di raccolta del seme di alcune specie erbacee potenzialmente utili quali alternativa alle classiche specie da tappeto erboso. La finalità è stata la produzione di sementi per inerbimenti di terreni coltivati (oliveti, vigneti, ecc.) e per l’utilizzo come alternativa alle più classiche specie per tappeto erboso.
Studi sulla biologia di specie tropicali e subtropicali per valutare la variabilità di alcuni parametri utili per l'acclimatazione nell’Italia centrale.
Studi sulla biologia di specie invasive e valorizzazione scientifico-culturale di collezioni ed iconografie botaniche italianeConsiderando che il tema delle invasioni biologiche risulta di grande attualità in tutto il mondo ed è in stretta connessione sia con la problematica dei cambiamenti globali del pianeta indotti dalle attività antropiche, sia con la tutela della biodiversità; alla luce di queste premesse, si è costituto un gruppo di lavoro nazionale, comprendente ricercatori delle singole regioni, che si sono già occupati di specie vegetali esotiche con lo scopo di censire la flora esotica nazionale e per allestire un data-base geografico.
Lo studio della flora e della vegetazione di aree considerate di particolare pregio ambientale per diversi motivi presuppone anche la raccolta di specie e l’allestimento di erbari. Lo studio di Erbari storici (Hortus siccus) propone riflessioni importanti da diversi punti di vista (botanico, geografico, genetico) e può rivestire un’importanza strategica per lo studio sistematico della flora locale e come documentazione botanica e geografica accanto all’applicabilità delle “specie risorsa”. E’ possibile quindi comparare le specie attualmente presenti nell’area con quelle raccolte all’epoca.
Studio sulle biorisorse vegetali ed etnobotanicaStudi sulla presenza, in aree naturali o più o meno antropizzate dell'Umbria, di specie importanti dal punto di vista vegetazionale e di utilizzo quale risorsa naturale nei vari settori d'applicazione.
Studi sul recupero delle tradizioni culturali e gli usi popolari nell’Italia centrale relativamente all’uso di specie vegetali spontanee nell’alimentazione umana attraverso il censimento e la catalogazione, con studi peculiari sulla distribuzione di specie commestibili, su siti di particolare interesse naturalistico-ambientale.
Studi sui bioritmi e fenologia Studi sui bioritmi e fenologia con l’intento di considerare l’uso dei rilievi fenologici in agricoltura utili per ridurre l’uso di antiparassitari, aumentare il potenziale produttivo, caratterizzare il potenziale bioclimatico e produttivo di un territorio, definendo infine le strategie di coltivazione, senza trascurare che i dati fenologici rappresentano la risposta del sistema naturale ai cambiamenti climatici e permettono di valutare l’impatto climatico sulle specie considerate. Anche la ricerca di correlazioni tra specie al fine di poter calcolare dati mancanti in serie storiche di dati fenologici hanno avuto lo scopo di creare modelli per ricavare dati mancanti.
Indagini floristico-vegetazionali e studi per il recupero di siti dimessi e dinamiche vegetazionaliIn linea con le ricerche sulla biologia vegetale applicata si sono sviluppate indagini floristico-vegetazionali su aree naturali del continente africano ed americano e sulla caratterizzazione morfo-biometrica di alcune specie presenti in esso.
Studi sul verde pubblico e storico in alcune tipologie di verde dell’Italia centraleCensimento e catalogazione di Parchi pubblici e Percorsi natura della Provincia di Perugia con l’intento è di avere una valutazione complessiva dal punto di vista floristico rapportandola con le normative vigenti in materia di verde pubblico. Lo scopo è quello di effettuare ipotesi di conservazione e valorizzazione delle biorisorse non trascurando la destinazione urbanistica, la fruibilità delle aree e la gestione del territorio dal punto di vista naturalistico-ambientale nell’ottica di un potenziamento delle attività turistiche.
Indagini sul ripristino, recupero e riqualificazione di aree verdi pubbliche con ipotesi di sistemazioni a verde e salvaguardia del paesaggio urbano attraverso la valorizzazione dei giardini storici di Perugia
Studi sul biomonitoraggio ambientaleDa anni sono in corso studi per accertare le condizioni dell’ambiente che gravita intorno ad aziende a forte impatto antropico attraverso le sue componenti biologiche ed in particolare quelle vegetali. A tal proposito si effettuano analisi e monitoraggio a cadenza semestrale su specie vegetali di tallofite e cormofite.
Altri studi hanno permesso di valutare il territorio dal punto di vista floristico-vegetazionale e paesaggistico-ambientale nell’ottica di eventuali cambi di destinazione d’uso con l’intento di valorizzare il territorio con l’adozione di misure di mitigazione degli impatti e da misure specifiche legate al passaggio di eventuali mezzi motorizzati.
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.